mercoledì 20 giugno 2007

Un giorno in pretura...con le Viperette!!!


Questa è la trstissima soria di tre povere viperette (Alina, Chica e Shampyst) che nel lontano 2003 decisero di concedersi una settimana di vacanza con i loro fidanzati a Palma de Maiorca per riprendersi da un anno di tribolazioni e stress. Dopo aver passato una notte travagliata in quel di Ciampino (zanzare come elicotteri e cani come cavalli) la comitiva al suono di "grazie signore grazie" (ve lo ricordate quel trio di sfigatissimi comici?) si mosse verso l'aeroporto. Una volta affrontato il viaggio, il peggio sembrava essere passato, invece l'incubo stava per cominciare: ad aspettarli due amare sorprese, prima attimi di terrore per la scomparsa della valigia di Alina contenente l'unico phon disponibile, poi la tragedia dell'arrivo in albergo dove i poveri increduli scoprirono che anzichè le 3 doppie che avevano chiesto c'erano due sfigatissime camere triple!!! Avete presente cosa vuol dire partire per una vacanza con i propri partners (qualcuno di una vita, quallcuno appena rnoato) con l'obiettivo primario di divertirsi, ma anche con quello non secondario di avere un attimo di intimità, di fare fuoco e fiamme senza genitori che entrano in casa all'improvviso, senza guardoni fuori dal finestrino, senza lividi da freno a mano e ritrovarsi invece al campo scuola?? Momenti da brivido, ve lo assicuriamo. L'unica scelta possibile e razionale: ammucchiare 4 letti in una stanza senza neanche lo spazio di scendere, scordarsi di tirare fuori i vestiti (il male minore, io non ne avevo) e fare a turno per la stanza padronale. Condite il tutto con una baraonda di stranieri 'mbriachi da mattina a sera, una serie di pianti da stress delle povere Viperette e immaginate l'incubo. Anche la povera Ringhio (Chica) che di solito dà il meglio di sè in queste occasioni, è rimasta disannientata dalla disavventura.

Al ritorno l'incubo continua e le Viperette, consigliate da un Azzeccagarbugli piuttosto moscio e disinteressato, intentano la cusa all'agenzia viaggi che ha provocato il caos, speranzose almeno di essere rimborsate, inconsapevoli di quale iter burocratico le aspettasse e di quanto i tempi giuridici fossero dilatati. Tralasciamo i particolari e passiamo al punto saliente: le Viperette dal giudice di pace a testimoniare un anno e mezzo dopo l'accaduto. E' lì che le Viperette hanno detto la verità, tutta la verità, nient'altro che la verità con le loro faccette angeliche e genuine (avete presente?) ma l'avvocato della controparte (un serpente a sonagli della specie più velenosa) le infastidì a tal punto che le Viperette tirarono fuori il loro veleno. Il giudice capì perfettamente la situazione e diede piena ragione alle Viperette ma non bastava. Ci volevano i testimoni: ecco allora che sei mesi dopo madri (la mia ancora mi odia per averla mandata), sorelle fratelli e amici, tutti pronti a testimoniare che al ritorno i poveretti erano tornati stressati, irritati, esausti. Oggi dopo 4 anni, e dico 4, dopo aver perso ormai ogni speranza nella giustizia, la storia si conclude in bellezza: viperette e fidanzati saranno rimborsati!!!!!! Ora mi domando: quanti anni luce ci vorranno perchè arrivino i nostri soldi?? La legge trionfa, ola.

8 commenti:

Huron ha detto...

oddio...immagino che situazione...in maniera analoga è capitato a noi 4 (io, lori, fede e bea)partiti alla volta dell'isola greca(Creta) e con tutta la voglia della nostra intimità, avevamo richiesto specificamente un appartamento con 2 e dico ben 2 camere distinte...ovviamente all'arrivo a Creta:
1. la sfortunata Bea "perde" la valigia (lutto per ben 3 giorni)
2. il nostro appartamento col cavolo che aveva 2 stanze

era un bilocale con una stanza..e un soggiorno cucina avente divano letto...
Addio notti di lussuria!

Non ci siamo spinti fino a fare causa, ma lamentandoci con l'agenzia di viaggio ci hanno rimborsato ben 50 € !! per 2 settimane!
Noooo ma mica ci hanno preso per il culo...noooo

Ragazze, tranquille! I soldi vi arriveranno fra poco! hihi

Shampyst ha detto...

Vacanza indimenticabile......
Indovinate chi l'aveva organizzata??!!
Io ed Alina....
Pensate che subito ci sembrava una gran figata!!!!
Cmq....una volta tornati, sapevamo che il nostro azzeccagarbugli era infallibile!!!
Eravamo sicurissimi di vincere!!!! No....Alina!!! Sicurissimi!!

Anonimo ha detto...

Quando si dice che per andare in vacanza, "il miglior modo di arrivare è quello di non partire".

Alina ha detto...

Si va beh, non siamo troppo pessimisti! Tutte le altre nostre vacanze sono andate alla grande, non possiamo lamentarci. certo è che farsi prendere per i fondelli dai tour operators non è per niente piacevole! Non partire secondo me è perdersi molto, moltissimo!

chica ha detto...

Ale ma ciò significa che verremo, finalmente, rimborsati? Non è possibile!!!!

Io penso che viaggiare, in ogni caso è sempre bello!!! Conoscere luoghi nuovi, culture diverse e condividere con gli amici un periodo fuori il corri-corri quotidiano è sempre molto piacevole!

Le piccole disavventure, tipo la nostra, servono a rendere la vacanza meno scontata, anonima ... quante risate, a posteriori, ci siamo fatti ricordando l'emozione di aver ritrovato il phon, il mega letto 4 piazze ... e come non ricordare l'escursione termica fra i locali con aria condizionata a -10° e fuori con 40° all'ombra? Con conseguente irrimediabile perdita della mia voce per una settimana!

Huron ha detto...

sono d'accordo, se è tutto perfetto poi su cosa si ride??

ps: LA SANTA MAMY HA TROVATO L'ANELLO!! ERA VICINO AL CIGLIO DELLA STRADA, DOVE LASCIO LA MACCHINA...CHE GIOIA RAGAZZE..

Alina ha detto...

Huron sono troppo contenta per te e penso anche le altre.... non volevamo dirtelo per non aggravare la situazione ma, mettendoci nei tuoi panni, eravamo disperatissime!!! ora mi raccomando incornicialo!!!! E fai un regalo grosso a tua mamma

chica ha detto...

Sono troppo felice per l'anello!!!! Veramente tua madre è troppo forte!!!!
In effetti i commenti dei giorni scorsi erano soft per non peggiorare la situazione, già drammatica di suo, ma in realtà mi era venuta l'ansia per te!